Formatore2019-05-14T17:00:20+00:00

Home page | Chi sono | Formatore

Formatore

Essere formatore: costruire competenze andando oltre il piano della conoscenza

Essere un formatore è profondamente diverso dall’essere uno psicologo anche se la capacità di analisi e comprensione della persona o del gruppo con cui ci si ritrova a lavorare rimangono fondamentali.

Un formatore non deve infatti limitarsi a trasmettere delle conoscenze, come può fare ad esempio un insegnate o un docente universitario, ma deve lavorare sul livello delle competenze, che non possono essere semplicemente trasferite, ma devono essere acquisite, rielaborate e fatte proprie. Detto in altre parole il formatore, più che sul sapere lavora sul saper fare e sul saper essere di un lavoratore.

Il mio impegno lavorativo in qualità di formatore è cominciato nel 2015 con alcune attività formative studiate appositamente per Agenzie di Formazione, Associazioni, Comuni, Cooperative Sociali, Scuole e Università.

I temi che ho affrontato sono stati i più disparati: Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), disabilità, sessualità, separazioni coniugali, con un focus su famiglia, genitorialità e adolescenza (di quest’ultima ho approfondito, in particolare  i “nuovi sintomi” come il ritiro sociale).

Ecco un elenco delle mie attività formative, dal 2015 fino ad oggi:

– “Educazione alla sessualità e all’affettività”, ciclo di lezioni per le classi della Scuola Elementare Pertini del Comune di Nole (Torino), per conto dell’Associazione Punto Psiche

– “La genitorialità e il rapporto genitori-figli nella società attuale”, seminario riproposto più volte nell’arco degli anni e rivolto al pubblico generico dell’Associazione Anziché Anziano, della Scuola Media Caduti di Cefalonia (Torino) e della Casa del Conte Verde di Rivoli (con il patrocinio del Comune di Rivoli). Alle tre edizioni di questo seminario hanno partecipato principalmente genitori e insegnanti e l’intervento ha messo in luce l’attuale cambiamento della famiglia, dei ruoli al suo interno, del modo di essere genitori e del modo di vivere tutte le relazioni che si creano all’interno della nucleo familiare (madre, padre, figlio/a).

– “Trasformazione dei legami familiari dopo la separazione: ricaduta sui figli e sulle singole persone adulte”, seminario rivolto al pubblico generico e svolto per il Centro per le Relazioni e le Famiglie e la Rete dei Consultori Familiari, patrocinato dal Comune di Torino. Il seminario è stato replicato quattro volte e ha visto la partecipazione, principalmente, di genitori separati. L’intervento ha messo in luce le ricadute della separazione sui soggetti coinvolti (adulti e minori), sottolineando come il divorzio o la separazione rappresentino sia un momento di crisi e di lutto, che un momento di cambiamento, trasformazione e ridefinizione delle relazioni familiari.

– “Linee guida per agire con adolescenti in crisi” formazione rivolta agli educatori professionali della Cooperativa Animazione Valdocco presso l’Associazione Punto Psiche. L’intervento ha messo in luce i cambiamenti della famiglia nella società attuale e le modalità educative più idonee ad intervenire su adolescenti e genitori, i principali componenti degli odierni nuclei familiari.

– “Noi e la Psiche”, docenza per due anni accademici presso l’Università della Terza Età del Comune di Rivoli. I temi trattati sono stati la genitorialità nelle varie fasi della vita, le risorse e le potenzialità della terza età, la correlazione tra problematiche psichiche e sintomi fisici e le principali sintomatologie corporee della nostra società (disturbi alimentari, ritiro sociale, autolesionismo).

– “Conoscere i DSA”, corso di formazione rivolto agli insegnanti delle Scuole Tecniche San Carlo del Comune di Cuneo e svolto per l’Agenzia di Formazione Forcoop (Torino). I temi trattati sono stati i disturbi specifici dell’apprendimento (DSA), la classificazione internazionale del funzionamento della disabilità e della salute (ICF) e la sua applicazione nella scuola, i sintomi e le patologie degli adolescenti e delle famiglie di oggi.

– “Tecniche di gestione delle problematiche adolescenziali”, corso di formazione replicato due volte, nei mesi di febbraio-marzo 2018 e nei mesi di marzo-aprile 2019, presso l’Agenzia di Formazione Inforcoop Lega Piemonte (Torino), rivolto a educatori professionali della Cooperativa Animazione Valdocco. Questi corsi, oltre a illustrare i cambiamenti nella famiglia odierna e a fornire una panoramica delle patologie e dei disturbi presenti negli adolescenti di oggi, hanno affrontato nello specifico il ritiro sociale e mostrato come si possa intervenire, da un punto di vista educativo, sugli adolescenti con questo tipo di disturbo e sulle loro famiglie. Questo corso è stato mutuato in forma ridotta, presso la Cooperativa Animazione Valdocco, per due équipe dei Servizi di Educativa Territoriale formate sempre da educatori professionali.

– “Linee guida per interventi con le famiglie di persone disabili” corso di formazione svolto per la Cooperativa Animazione Valdocco nel 2018 e rivolto a educatori professionali di svariati servizi educativi territoriali e residenziali del territorio piemontese. In questo corso, dopo aver descritto i cambiamenti nella famiglia di oggi e aver illustrato le conseguenze psicologiche di una separazione coniugale per adulti e minori, ho focalizzato il mio intervento sull’analisi del campo emotivo, relazionale e psicologico che nasce e si evolve all’interno di famiglie con un figlio disabile, soffermandomi sulle modalità di intervento educativo che possono aiutare i genitori di un figlio – adulto o minorenne – disabile.

– “Tecniche e interventi sulla famiglia con figlio disabile”, corso di formazione svolto nei mesi di marzo-aprile 2019 presso l’Agenzia di Formazione Inforcoop Lega Piemonte (Torino), rivolto a educatori professionali della Cooperativa Animazione Valdocco. In questo corso si sono affrontate le difficoltà e gli ostacoli che i genitori di oggi incontrano sul loro cammino, la tecnica del colloquio di sostegno alla funzione e al ruolo genitoriale, e la creazione e conduzione di un Gruppo di parola e di un Gruppo di auto mutuo aiuto.